Latest News About - Rickettsiosis

 
Show/hide duplicate news articles.
Filter by countryfromabout
<<10<12345678910>>>10
 
Show/hide duplicate news articles.
<<10<12345678910>>>10

Tools

Load latest edition

Wednesday, December 12, 2018

3:24:00 PM CET

Subscribe
RSS | MAP

Language Selection

For any category/filter, users can choose:

  1. the language of the categorized news items (e.g. fr and de to display only those news items in French and German)
  2. the language of the user interface (e.g. it for Italian)

In Top Stories, the user can display the largest clusters of news items for one language only (e.g. en shows all clusters in English)

Country Selection

Users can choose:

  1. country mentioned in the news item (articles about a country)
  2. country in which the news item was published (articles from a country)

Languages Collapse menu...Expand menu...Open help...

Select your languages

ar
az
be
bg
bs
ca
cs
da
de
el
en
eo
es
et
fa
fi
fr
ga
ha
he
hi
hr
hu
hy
id
is
it
ja
ka
km
ko
ku
ky
lb
lo
lt
lv
mk
ml
mn
ms
mt
nl
no
pap
pl
ps
pt
ro
ru
rw
se
si
sk
sl
sq
sr
sv
sw
ta
th
tr
uk
ur
vi
zh
all
Show additional languagesHide additional languages

Interface:

Most reported countries (24h)

Theme countries

AlertLevel (24h)

Alert level graph

 Previous 14 days average

Alert level:
 high   medium   low

Quotes... Extracted quotes

Gerhard Dobler sagt: "Zuerst haben wir uns gefreut, wieder einmal eine Hyalomma zu sehen" External link

zeit Saturday, September 15, 2018 4:29:00 PM CEST

Gerhard Dobler sagt: "Wenn wir vorher in drei Jahren zwei Hyalomma hatten und jetzt in ein paar Wochen so viele, dann ist das beunruhigend" External link

zeit Saturday, September 15, 2018 4:29:00 PM CEST

Ute Mackenstedt sagt: "Vermutlich hat dieses Jahr der heiße und trockene Sommer dazu beigetragen, dass die Zecken bis jetzt überleben konnten" External link

zeit Saturday, September 15, 2018 4:29:00 PM CEST

Ute Mackenstedt sagt: "Sie ist in Afrika heimisch und kommt meist als Urlaubsmitbringsel auf Hunden mit nach Deutschland" External link

zeit Saturday, September 15, 2018 4:29:00 PM CEST

Giovanni D Agata spiega: “Haemaphysalis longicornis sono originari dell'Asia e sono stati segnalati in diversi stati degli Stati Uniti sulla costa orientale - (\*) - Sono stati recentemente avvistati nella periferia di New York. Sono arrivate nel New Jersey nell'estate del 2017 e si stanno diffondendo da una contea all'altra, facendo scattare l'allarme degli esperti di salute. Una regione che ha una delle più alte concentrazioni di casi di malattia di Lyme negli Stati Uniti, una malattia che viene trasmessa dalle zecche ...L'estate scorsa, molti pensavano che le zecche asiatiche non sarebbero sopravvissute all'inverno americano. Ma un anno dopo, le autorità sanitarie di altri sei Stati riferiscono della presenza della specie in Arkansas! Soprannominato "il killer tick asiatico" dai media negli Stati Uniti, questo tick nativo di Asia orientale è parte di una specie invasiva e ‘partenogenesi’, vale a dire che riproduce asessuata, clonando se stesso, come spiegato in un rapporto pubblicato lo scorso marzo dal Medical Journal of Entomology dell'Università di Oxford. Ma tra le loro caratteristiche di questa particolare razza di insetti c'e' quella di 'attaccarsi' su qualsiasi tipo di animale, rendendo la loro diffusione piu' rapida e pericolosa. Possono deporre fino a 2000 uova, succhiare grandi quantità di sangue e trasmettere malattie. Le zecche Haemaphysalis longicornis sono state trovate in parchi pubblici e campi da golf nel New Jersey, nelle praterie dello Stato di New York. È stato anche riportato in Virginia, West Virginia, Arkansas, North Carolina e Pennsylvania, su cavalli, cani, cervi e persino un opossum. Gli allevatori sono giustamente preoccupati per il loro bestiame. Nel mese di agosto 2017, il primo "paziente" contagiato gli Stati Uniti erano una pecora nel New Jersey. Gli specialisti sono stati inviati al sito per ispezionare la bestia e raccogliere campioni. ‘Un minuto dopo il nostro arrivo nella stalla, prima ancora che venissero colpite le pecore, l'ovino è stato completamente ricoperto di zecche’. Lo ha evidenziato in un video Tadhgh Rainey, un entomologo che lavora per il Dipartimento di Sanità Pubblica del New Jersey. La pecora, ne aveva centinaia. Furono necessari diversi lavaggi di permetrina (un insetticida) per disinfettare completamente le pecore. Lo scorso novembre, la sua lana non conteneva zecche. I ricercatori hanno pensato che le temperature in calo (sotto lo zero) fossero sufficienti a sradicarle. Ma è possibile che abbiano resistito, sepolte nel terreno, in attesa della primavera. Dal ritorno del calore e del sole, hanno continuato a diffondersi. Come potrebbe la pecora che "non ha mai viaggiato fuori dal paese o anche all'interno dello stato", può essere stata coperta dalle zecche? Asia? I ricercatori non ne sono consapevoli, ma sono preoccupati per la rapida diffusione dell'Haemaphysalis longicornis .Un pericolo per l'uomo? Un morso di una di queste zecche può diffondere il phlebovirus, o RVFV, nell'uomo, che causa una febbre emorragica emergente potenzialmente fatale nel 15% dei casi. Tra le malattie a cui queste zecche sono state associate figura una patologia che abbassa le piastrine del sangue e causa febbri violente, la 'anaplasmosi' e una cosiddetta 'febbre della montagna Rocciosa'. Per il momento, nessun caso di phleovirus è stato segnalato” External link

leccesette Saturday, August 11, 2018 4:16:00 PM CEST

Most associated names

Daily number of articles in this category

Trend data not available for this selection.